abbazia del goleto / I RESTAURI recenti/ gli ambiti di riqualificazione / crediti / dati / info

12.   I RESTAURI recenti

gli ambiti di riqualificazione / crediti / dati / info

 … << Il Progetto integrato abbazia del Goleto è partito nel 2004, co-finanziato dal Por Campania 2000-2006. L’Accordo di programma tra Soprintendenza, Comune e Arcidiocesi, con la progettazione e la direzione lavori di Angelo Verderosa, ha mirato a realizzare il completamento-ricostruzione del primo livello del monastero (abitato dai monaci) e a rendere funzionale l’abbazia, recuperando inoltre l’invaso spaziale di accesso e realizzando un punto ristoro. Il monastero oggi ospita 20 posti letto e potrebbe diventare il nucleo di un sistema turistico – anche religioso – dell’Alta Irpinia.

Verderosa – che porta avanti da tempo un lavoro paziente in un territorio difficile, per valorizzare il contesto in cui vive – ci racconta che ha lavorato senza un progetto definito in partenza: «Molte cose sono nate in cantiere dialogando quotidianamente con le maestranze. Gli unici criteri adottati sono stati la sobrietà delle forme, l’utilizzo di materiali locali e la volontà di sfruttare al massimo le potenzialità strutturali, economizzando sui trasporti». I materiali edili sono quelli della tradizione: pietra irpina lavorata da artigiani di Fontanarosa e Bisaccia e legno di castagno dei boschi di Montella. Le macerie lasciate dai precedenti terremoti sono state tritovagliate e trasformate in una bella malta che è stata poi utilizzata, e messa in evidenza, nelle murature e nei pavimenti in cocciopesto. «In cantiere non è arrivato mai un camion di sabbia dall’esterno», ci racconta il progettista mostrandoci la malta nella quale si scorgono frammenti millenari di antiche pietre e coppi -diversamente inutilizzabili- salvati dalla discarica. Con un positivo risvolto anche sul fronte dei costi: appena 800 euro/mq per tutti gli interventi.

 Sul posto si ha la sensazione che il restauro dell’abbazia del Goleto abbia dato vita a un cantiere complesso e intenso, quasi mistico. Nel Goleto non è stato semplicemente attivato un gesto costruttivo, un fatto edilizio: è stato innescato un processo rigenerativo di un luogo, di una collettività, di un paesaggio >>.

 Diego Lama in  Il Giornale dell’Architettura / Allemandi Editore  Anno 8  n.77  Ottobre 2009

Il progetto del mese / Restauro dell’Abbazia del Goleto in Irpinia

“Un luogo di spiritualità ritrovato, nel cuore dell’Irpinia ferito dal terremoto del 1980”

 LAVORI di COMPLETAMENTO, RESTAURO e ADEGUAMENTO FUNZIONALE dell’ABBAZIA del GOLETO

          Progettazione e Direzione dei lavori :

         Arch. Angelo Verderosa

          Gruppo di lavoro :

         Strutture e Consolidamenti : consulente Prof. Arch. Giacomo Tempesta

         collab. Ing. Michele Giammarino, Ing. Giacomo Mauriello, Arch.  Antonio Sullo

         Impianti : consulente Ing. Fabio Gramaglia

         Computi e contabilità : collab. Geom. Pasquale Lodise

         Cartografia e Cad : collab. Geom. Francesco De Blasio

         Geologia : Dr. Rocco Rafaniello

         Ricerca storica e documentaria : Prof. Giuseppe Muollo

         Rilievo architettonico : Arch. Diego Guarino, collab. Arch. Amabile Iannaccone

         Comunicazione : Arch. Angelo Cataldo

         Sicurezza : Geom. Tobia Raffone

         Invaso spaziale e winebar : con Accanto srl, Arch. Giovanni Maggino, Arch. Franco Archidiacono

          Committenti :

         ARCIDIOCESI di SANT’ANGELO dei LOMBARDI, ente attuatore

         Mons. Salvatore Nunnari, Arcivescovo

         COMUNE di  SANT’ANGELO dei LOMBARDI, ente beneficiario finale

         Dr. Antonio Petito, Sindaco

          Responsabile del Procedimento :

         Geom. Luigi D’Angelis, U.T.D. Arcidiocesi Sant’Angelo d.L.-Conza-Nusco-Bisaccia

         Geom. Nicolino Brindisi, U.T.C. Sant’Angelo dei  Lombardi – Responsabile dei Lavori

          Collaudatori :

         Ing. Giovanni Iannella, Arch. Renato Masullo, U.T.C. Sant’Angelo dei  Lombardi

          Ente finanziatore :

         POR Campania 2000-2006, ASSE II – Misura 2.1, azione A

         PROGETTO INTEGRATO  “Valle Ofanto” – Itinerario culturale – Provincia di Avellino

          Soprintendenze :

         Soprintendenza ai BAPPSAE di Salerno e Avellino

         Arch. Francesco Prosperetti, Soprintendente – Arch. Vito De Nicola, resp. Alta Irpinia

         Soprintendenza Archeologica di Salerno, Avellino e Benevento

         Dr.ssa Giuliana Tocco, Soprintendente – Dr.ssa Gabriella Colucci Pescatore, resp. Alta Irpinia

          Localizzazione :

         Contrada San Guglielmo, località Goleto in Sant’Angelo dei Lombardi (Av)

         Coordinate GPS  40° 54′ 18.82″  latitudine Nord –  15° 8′ 38.36″ longitudine Est 

          Cronologia :

         progetto esecutivo 2004, realizzazione 2005 – 2008

          Imprese :

         CONSCOOP Consorzio Cooperative di Produzione e Lavoro – Forlì

         IPRE Costruzioni Generali S.c.ar.l. – Taranto

         Restauri e opere edili: CO.CE.REST S.c.ar.l. – San Nicola La Strada (Ce)

         Impianti: CEMS S.c.ar.l. – Nola (Na)

         Restauri artistici: HERA RESTAURI – Moiano ( Bn) 

          Materiali e aziende :

         Strutture in legno, coperture e lattonerie, Sistema Tetto srl, Chiusano di S.Domenico (Av)

         Infissi e lavorazioni in ferro, Sergio Di Dio, Montella (Av)  

         Opere a verde, Stefano Abruzzese, Grottaminarda (Av)

         Impianti elettrici e illuminotecnica, Newtec soc. coop. – Venticano (Av)

         Impianti termici, Isolar di Silverio Salvatore – S.Maria di Castellabate (Sa)

          Responsabili delle Imprese :

         Arch. Paolo Sticchi, Direttore di cantiere – Co.ce.rest

         Geom. Aniello Coppola – Co.ce.rest

         Geom. Giuseppe D’Inverno – Co.ce.rest

         P.I. Michele Matrone – Cems

         Arch. Antonio De Nunzio – Newtec

         P.I. Raffaele Colantuoni – Newtec

         Geom. Antonio Iannace – Hera restauri

          Maestranze 2005-2008 :

         Co.ce.rest: Caturano Giuseppe (capocantiere Co.ce.rest ), Carbonara Giuseppe, Caturano Michele, Del         Nigro Michele,

         Di Pietro Domenico, Famiglietti Marcello, Pascucci Carmine, Pascucci Gerardo, Pascucci Michele, Piccolo Giuseppe,

         Stanco Domenico, Todisco Angelo, Vuotto Alfonso.

         Franco Musto (capocantiere Newtec)

         Mario D’Onofrio (capocantiere Hera restauri)

          PANNELLI MOSTRA 2009

          Testi generali : 

         Angelo Verderosa

          Traduzioni : 

         Maria Matilde Cassano, inglese

         Maria Elena Belli, Wilfried Krieger, tedesco

         Lina Cassano, francese

          Revisione :

         Tarcisio Luigi Gambalonga

          Foto :

         Lucilla Nitto, Angelo Verderosa

          Disegni e testi :

         Archivio Studio Verderosa – Accanto srl

          Stampa :

         Pubblicità & Progresso, Lioni

          Documentazione on-line :  http://www.goleto.it   http://www.verderosa.it

                  RINGRAZIAMENTI

           S.Ecc. Salvatore Nunnari, Arcivescovo di  S.Angelo dei Lombardi-Conza-Nusco-Bisaccia fino al 2005

         S.Ecc. Francesco Alfano, Arcivescovo di  S.Angelo dei Lombardi-Conza-Nusco-Bisaccia dal 2005

         Mons. Tarcisio Gambalonga, Responsabile diocesano per i Beni Culturali

         Fr. Pietro Saffirio, Rettore dell’Abbazia del Goleto fino al 2005

         Fr. Paolo Maria Barducci, Rettore dell’Abbazia del Goleto dal 2005

         Fr. Wilfried Krieger, Comunità Jesus Caritas

         Fr. Roberto Danti, Comunità Jesus Caritas

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: